Via Santa Caterina, 35 – 38062 Arco (TN)


info@re-moove.it


Atleti paralimpici su handbike

Storie di Successo: il trionfo degli atleti paralimpici con disabilità

Il trionfo di un atleta paralimpico con disabilità è la celebrazione della forza e della vita, la reale dimostrazione di come lo sport possa abbattere le barriere legate al concetto più ampio di diversità, dando forma e valore all’inclusività.

Continua a leggere il nostro approfondimento e lasciati ispirare dalle incredibili storie di atleti con disabilità che hanno sfidato le probabilità e raggiunto traguardi straordinari, nello sport e nella vita

 

Superare le barriere: atleti che cambiano il gioco

 

È il 1948 quando Ludwig Guttmann, neurologo tedesco fuggito dai nazisti rifugiatosi nel Regno Unito, si specializza nelle lesioni della colonna spinale, decidendo di includere lo sport nei programmi riabilitativi destinati ai soldati feriti o mutilati durante la guerra. Per la prima volta lo sport diventa un motore di eguaglianza e riscatto.

Nel 1960 assistiamo alle primissime competizioni sportive per atleti disabili in concomitanza con i Giochi Olimpici, ma dobbiamo aspettare il 1976 per vederne la prima edizione ufficiale, svoltasi in Svezia: spettatori increduli seguiamo una competizione di sci alpino dedicata ad atleti mutilati ed ipovedenti, un evento storico e unico, che sottolinea come la determinazione e il coraggio permettano a chiunque di cimentarsi in una disciplina sportiva e trionfare

Le Paralimpiadi diventano così un palcoscenico di ispirazione, dimostrando che l'abilità supera ogni sfida, e la vittoria è davvero alla portata di tutti!

La nostra epoca apre le frontiere alla socialità, promuovendo la partecipazione di tutti, senza discriminazione alcuna. 

Lo sport, oggi, resta comunque una grande sfida per una persona con disabilità, considerando, innanzitutto, l’accessibilità delle strutture nonché l’utilizzo di eventuali attrezzature che devono essere, inevitabilmente, adattate alle necessità della disabilità, del singolo ma anche del collettivo. 

Lo sport racconta ogni giorno storie di grande ispirazione i cui protagonisti sono atleti che sono stati in grado di affrontare le proprie sfide, trasformandole con grande determinazione e tenacia, e dimostrando che l’impegno e la fiducia nelle proprie capacità giocano un ruolo chiave nel conseguimento di obiettivi e grandiosi successi

Il ciclismo paralimpico, per esempio, regala emozioni e successi importanti attraverso l’impegno di atleti straordinari con diverse abilità.

Vediamo infatti campioni in grado di ispirare, attraverso talento e forza interiore, dimostrando come chiunque possa percorrere la strada della vittoria, superando anche gli ostacoli più grandi. 

 

Medaglie e Milestones: atleti con disabilità che hanno fatto la storia

 

Il ciclismo Paralimpico italiano è la casa di atleti straordinari, veri e propri campioni dotati di eccezionali abilità atletiche. Ognuno di loro porta con sé una storia unica di resilienza e determinazione.

Alex Zanardi ex atleta di Formula 1 che, a seguito di un grave incidente subì l’amputazione di entrambi gli arti inferiori. Attraverso un’incredibile forza interiore è riuscito a trasformare un ostacolo in una grande opportunità diventando uno degli atleti paralimpici più importanti e talentuosi, a livello mondiale.

Nonostante le sfide ha continuato a perseguire i suoi obiettivi con tenacia vincendo numerose medaglie d’oro nel ciclismo su handbike.

Vittorio Podestà: debutta in handbike nel 2005 conquistando il primo titolo di campione italiano nella prova a cronometro.

Nel 2007 conquista il podio vincendo il campionato del Mondo a Bordeaux, mentre a Pechino 2008 brilla d’argento nella cronometro. 

Dopo diversi argenti e bronzi oltre a due ori ai mondiali di Baia Comeau del 2013, nel 2016, a Rio de Janeiro vince due medaglie d'oro, nella cronometro e nella staffetta con Luca Mazzone ed Alex Zanardi.

Luca Mazzone: talentuoso atleta nasce come nuotatore paralimpico dimostrando forza e talento sportivo, si ritira per poi, nel 2011, scoprire la sua grande abilità nelle discipline legate alle handbike, di cui diventa presto campione

Infatti, a partire dal 2012, Mazzone ottiene numerosi titoli ai Campionati del Mondo su strada di handbike del 2013, 2014 e 2015. Nelle prove in linea e a cronometro H1 e H2, nonché nella staffetta mista, formando un trio vincente insieme ad Alex Zanardi e Vittorio Podestà, ed affermandosi come campione. 

Infine, è doveroso citare la nazionale paralimpica di ciclismo su strada che ha partecipato alla prima prova ufficiale della Coppa del mondo di paraciclismo che si terrà a Parigi, dal 28 Agosto all’8 Settembre 2024 !

Gli atleti, tra cui il campione Pierpaolo Addesi, in occasione delle gare dedicate ad handbike e triciclette hanno conquistato 5 medaglie d'oro e 3 d'argento, che si uniscono ad un bottino prezioso che conta 21 medaglie complessive ed il secondo posto del medagliere con 9 ori!

 

L'influenza degli atleti paralimpici


In un mondo in cui ormai gli influencer condizionano gusti, abitudini e pensieri di milioni di persone, gli atleti paralimpici dovrebbero essere acclamati come fonti di ispirazione autentiche e potenti.

Traguardi e storie di resilienza regalano una prospettiva unica da cui poter essere realmente ispirati, oltre ogni pregiudizio e apprendendo la più grande lezione di vita: le capacità superano ogni ostacolo quando è la determinazione a fare da motore

Nel mondo sportivo, gli atleti paralimpici emergono, distinguendosi come ambasciatori di un cambiamento positivo, che incoraggia concretamente ad abbracciare ogni diversità, trasformando il successo del singolo in un modello per molti, e celebrando l’incredibile forza umana.

atleta paralimpico con handbike

 

Allenamento e tenacia: il percorso degli atleti con disabilità verso il successo

 

Un atleta con disabilità deve affrontare un percorso fondato su grande tenacia ed allenamento, dedizione e autodeterminazione

L’allenamento ha regole precise e nasce dalla necessità di migliorare aspetti coordinativi e prestazionali che limitino le conseguenze della disabilità stessa.

Tra le altre cose, esso si costruisce:

  • sull’aumento della forza muscolare (in particolar modo del tronco);
  • sull’ ampiezza e la gamma di movimento che una determinata articolazione può compiere, nonché la flessibilità muscolare;
  • sul miglioramento della coordinazione e dell’equilibrio.

La costanza e la continuità portano ad una buona preparazione fisica, mentre la tenacia è innata, oppure si costruisce lavorando su sé stessi attraverso motivazione ed autodeterminazione.

Nel 2018 Alex Zanardi ha regalato un grande esempio di preparazione e partecipando a Cervia, insieme agli atleti normodotati, ad una competizione ironman, classificandosi al quinto posto assoluto con i seguenti risultati: 3,8 km di nuoto, 180 km di bicicletta e 42,2 km di corsa in 8 ore 26 minuti e 6 secondi! 

Zanardi ha stabilito un nuovo record del mondo per la categoria disabili!

Lo sport in generale racconta storie di sfida e obiettivi condivisi, ma quando parliamo di atleti con disabilità la passione e l’impegno sconfinano e diventano esempi di costanza e coerenza. 

Un’attitudine in grado di fare da guida universale, illuminando ed ispirando chiunque entri in contatto.

Se Socrate utilizzava spesso l’espressione “gnōthi sautón”- conosci te stesso- l’eccellenza dell’atleta paralimpico urla un potente “credi in te stesso”!

Contattaci ora per una prova gratuita o per maggiori informazioni sui nostri servizi!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sui nuovi test center e sulle ultime novità di REMOOVE!

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Remoove
REMOOVE Srl

Via Santa Caterina 35

38062 Arco (TN)

P.IVA 02569230226

Capitale Sociale: € 12.500

REA: TN-234357

Iscriviti alla nostra newsletter
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
CIAB
Trentino
garda
garda
PSR

Via Santa Caterina, 35 – 38062 Arco (TN)


+39 0464 076 840


info@re-moove.it